1 Rassegna Teatrale e Musicale "Pasquale Capuano"

1° Rassegna Teatrale e Musicale "Pasquale Capuano"
Dal 16 Novembre al 14 Dicembre 2013 si è svolta a Macerata Campania la prima Rassegna Teatrale e Musicale dedicata al prof. Pasquale Capuano organizzata dalla ProLoco "Vivere a Caturano" con la collaborazione del Comune di Macerata Campania e il Comitato Provinciale della FITA (Federazione Italiana Teatro Amatori). Cinque appuntamenti, che hanno regalato tanto divertimento ogni sabato sera, fino alla serata conclusiva del 14 Dicembre.

1 Rassegna Teatrale e Musicale Pasquale Capuano

 

Relazione sulla prima edizione della Rassegna teatrale e musicale Pasquale Capuano

Sabato 14 dicembre 2013, con la rappresentazione dell’ultima commedia Pensione o’ Marechiaro a cura della compagnia teatrale Eduardo Scarpetta di Gioia Sannitica, si è conclusa la prima edizione della Rassegna teatrale e musicale dedicata a Pasquale Capuano, storico di Macerata Campania, scomparso nel 2010 che con i suoi studi, tanto ha contribuito a definire l’identità culturale della nostra comunità.
Il progetto della Rassegna, che ha avuto uno straordinario successo di pubblico e di critica, è nato con lo scopo fondamentale di suggerire alle persone del nostro territorio la riconsiderazione della cultura con tutto quello che ne consegue: l’apprezzamento del bello, il senso critico, l’ampiezza di vedute, ma, soprattutto, il rispetto per il patrimonio artistico e l’ambiente perché, quando si conosce a fondo qualcosa, quel qualcosa lo sentiamo nostro.
Con queste principi è stato coinvolto l’intero territorio di Macerata Campania: difatti le manifestazioni sono state realizzate presso il Teatro Colorizio in località Caturano, il Teatro Matteotti in Macerata Campania e il Teatro della Pace in località Casalba.
La Rassegna ha visto la partecipazione di quattro compagnie teatrali campane iscritte alla F.I.T.A. (Federazione Italiana Teatro Amatoriale) e di una compagnia culturale:

  1. La compagnia San Simeone di Marcianise, che ha presentato la commedia Mettimece d’accordo e ce vattimme presso il Teatro Colorizio di Caturano.
  2. La compagnia I Bel...vedere di Caserta, che ha presentato la commedia E’ felice sua eccellenza presso il Teatro del Plesso Matteotti di Macerata Campania.
  3. La compagnia Anema e core di Alvignano, che ha presentato la commedia Sganarello medico per forza presso il Teatro Colorizio di Caturano.
  4. La compagnia culturale Radici di Marcianise, che ha presentato lo spettacolo Forasona: suoni di terra, suoni di lavoro, un viaggio nella tradizione popolare e musicale di Terra di Lavoro presso il Teatro dell’oratorio parrocchiale Madonna delle Grazie di Casalba.
  5. La compagnia Eduardo Scarpetta di Gioia Sannitica che ha presentato la commedia Pensione o’ Marechiaro presso il Teatro del Plesso Matteotti di Macerata Campania.

Il bilancio di questo Evento può dirsi senz’altro positivo considerata la costante crescita e affluenza di pubblico proveniente in gran parte dalla provincia di Caserta e dalle vicine province di Napoli e Salerno a discapito di quella, con limitata affluenza, di pubblico locale.
La numerosa e sentita partecipazione di pubblico ha premiato gli sforzi e gli impegni, che l’Organizzazione ha curato e portato a termine con grande successo e riconoscenza da parte di tutte le Organizzazioni e Istituzioni presenti sul Territorio.
La Manifestazione è stato un ottimo nodo, che ha permesso alla Pro Loco Vivere a Caturano, di legare e stringere rapporti costruttivi con le Istituzioni del Territorio, che hanno collaborato e dato un prezioso contributo.
Ricordiamo la collaborazione, in termini di disponibilità, della prof.ssa Carmela Mascolo Dirigente del Plesso Matteotti, permettendo le realizzazioni di due eventi serali nel Teatro della Scuola, coinvolgendo il personale ATA anche fuori dalle ore di lavoro.
La collaborazione del parroco don Domenico Piccirillo, che ha messo a disposizione il Teatro Colorizio e del parroco don Girolomo Capuano, che ha messo a disposizione il Teatro della Pace della Parrocchia Madonna delle Grazie.
Motivo di compiacimento e soddisfazione è stata la sinergia che la Pro Loco Vivere a Caturano ha sviluppato con le Associazione coinvolte nella Manifestazione, tra le quali ci preme ricordare l’associazione Associazione Sant'Antuono & le Battuglie di Pastellessa, la compagnia teatrale Chi è di scena dell’Oratorio di San Marcello Martire di Caturano, la compagnia teatrale Della Pace della parrocchia Madonna delle Grazie di Casalba.
Identico motivo di compiacimento e soddisfazione è stata la sinergia che la Pro Loco Vivere a Caturano ha sviluppato con il Comitato Provinciale F.I.T.A. di Caserta, con la Pro Loco di Casagiove e con la Pro Loco Marcianisana di Marcianise.
Collaborazioni che devono segnare un punto di partenza e dovranno essere sviluppate con costanza ed entusiasmo per apportare miglioramenti, in termini di qualità culturali e non solo, alla vita pubblica del nostro territorio.
E in questo percorso dobbiamo invitare ad una partecipazione, sempre più attiva, tutti gli operatori del territorio, ognuno per la sua parte, rivolgendoci soprattutto agli operatori economici che dovranno adoperarsi nel promuovere le nuove iniziative, dare adeguate informazioni agli eventi e appropriata accoglienza a coloro che vengono da fuori.
Un nuova forma di unione che a nostro modo di vedere può dare validi contributi allo sviluppo economico del nostro territorio.
La Pro Loco Vivere a Caturano, si impegnerà fin da adesso per la seconda edizione della Rassegna da organizzare nel periodo novembre 2014/marzo 2015 aperta, alle compagnie teatrali, musicali e culturali, locali e non, abbracciando tutti gli aspetti dell’arte e della cultura.
Tra le proposte già al vaglio del gruppo organizzativo, lo studio di spettacoli con canti e balli tradizionali, mostre fotografiche e filmati amatoriali sulla lavorazione della canapa, con il coinvolgimento delle scuole del territorio, e la collaborazione della Dirigente e del personale docente. Una rappresentazione teatrale della storia di vita campestre, realizzata dagli alunni delle nostre scuole locali, per farli sentire protagonisti attivi. Un modo per far conoscere le origini e la storia della loro città e del lavoro dei loro avi con il coinvolgimento dei genitori.
“Considerare quello che hai come un regalo e quello che ti manca come un’opportunità”: questo è l’insegnamento che abbiamo tratto dalla nostra esperienza e l’approccio che abbiamo adottato, ora ci auguriamo che possa essere di spunto per altri.

Macerata Campania, fraz. Caturano 07/01/2014.

Il Presidente Pro Loco Vivere a Caturano
Francesco Tartaglione