Copertina

SAN MARTINO VESCOVO DI TOURS
Patrono di MACERATA CAMPANIA


San Martino - statua lignea Macerata Campania

2008

Per il 400° anniversario della consacrazione della Chiesa abbaziale di Macerata Campania nella forma odierna.

 

"Dominus mihi adiutor est , non timeo quid faciat mihi homo ..."
(ex “VITA MARTINI” Sulpicii Severi)

"Il Signore è il mio sostegno , non temo ciò che può farmi l’uomo ..."
(da “La vita di Martino” di Sulpicio Severo)

 

In copertina...

MACERATA CAMPANIA - CATALOGO DEI BENI ECCLESIASTICI
Scheda storico - critica (1993)
- Luogo di collocazione: Chiesa di S.Martino Vescovo – Macerata Campania
- Oggetto: Scultura raffigurante S.Martino
- Datazione al secolo: Sec. XVIII ( prima metà)                        
- Materia: Legno
- Misure: cm 133
- Autore: Giacomo Colombo (Este 1663 – Napoli 1731 ca.)
- Stato di conservazione: Buono                       

Descrizione / Notizie storico - critiche
Il Santo, a mezza figura, è impostato frontalmente e visto nell’atto di benedire. Con la sinistra regge il libro ed il pastorale argenteo. Indossa la cotta bianca, il piviale rosso con bordi dorati e fodera gialla, mitra gialla. Occhi di vetro.
La scultura, di notevole qualità, è attribuita al maestro Giacomo Colombo, il più grande scultore in legno fra il Seicento e Settecento a Napoli secondo il Granata. I caratteri stilistici dell’opera convalidano il riferimento, ma pare che gli abiti siano stati ridipinti nell’Ottocento. Nel mezzo busto si trova una reliquia di S.Martino donata alla chiesa nel 1706 da mons. Caracciolo, vescovo di Aversa. E’ molto probabile che la statua fu eseguita per l’occasione e quindi può datarsi intorno al 1706.

(Le note storico – critiche di cui sopra sono state riprese dall’Archivio della Soprintendenza di Caserta)

 

Ringraziamenti

A
S.E. Bruno Schettino
Arcivescovo di Capua

Da me un grazie sentito, e dovuto, per la sua eccezionale disponibilità ad ascoltare e a consigliare chi a lui si rivolge con fiducia.

Le sue riflessioni su questa nostra monografia ci gratificano sommamente e pienamente.

Pasquale CAPUANO